Tirana

Andrea Martinucci - Turbomondi (Melodia)

19.10.2021 - 20.10.2021
Sezione Under 35

L’opera

Turbomondi (Melodia) è un’esperienza ipnotica dentro mondi che interrogano il potere comunicativo della parola, la sua persuasività e i meccanismi che attua nel dettare i legami della socialità. Dando vita a situazioni generate da un inconscio che preleva dal profondo dell’immaginazione per creare nuovi panorami possibili, Andrea Martinucci prosegue la sua sperimentazione attingendo liberamente al linguaggio del cinema e della pubblicità, senza negare un riferimento anche alla poesia visiva, per investigare i meccanismi della comunicazione come soggetto. Una storia misteriosa, un film di quadri fissi, immobili, senza carrellate, né altri movimenti di macchina. L’opera rappresenta la chiave d’accesso alla ricerca più ampia che l’artista sta sviluppando con Turbomondi, una galassia di mondi sospesi, popolati da creature né umane né aliene, che sfida la visione antropocentrica di un universo che potrebbe, forse, non essersi esaurito. «Nessun essere resta mai uguale a sé stesso – afferma l’artista – ma si scompone e ricompone, secondo forze superiori. Cosa sono? Cosa sono stato? Cosa diventerò? Turbomondi ci invita a riconsiderare le idee che ci siamo fatti su cosa significa esistere, su cosa sia la Terra, su cosa sia la società».

Videoinstallazione, 7’25’’, loop. 2021
Collezione: Istituto Centrale per la Grafica, Roma

L’autore

Andrea Martinucci (1991) è un artista visivo che articola il suo percorso trasversale come una ricerca capillare, integrando media e linguaggi diversi quali pittura, video e scrittura. Martinucci, nonostante il forte legame famigliare con la disciplina pittorica, ha studiato Multimedia Design all’Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma. Le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in spazi quali: Institut Français, Milano; IIC Los Angeles; Mattatoio, Roma; Palazzo Reale, Milano; Tang Contemporary Art, Hong Kong; FuturDome, Milano; Palazzo delle Esposizioni, Roma; VUNU Gallery, Kosice; ZETA Contemporary Art Center, Tirana; Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce, Genova; Museo dell’Arte e dell’Archeologia della Maremma, Grosseto; Renata Fabbri Arte Contemporanea, Milano. Nel 2021 è tra i vincitori di Cantica21. Italian Contemporary Art Everywhere (MAECI-DGSP/MiC-DGCC), con l’opera Turbomondi (Melodia), una video installazione destinata alla collezione pubblica dell’Istituto Centrale per la Grafica, Roma. Ha preso parte a diversi progetti come Fenomeno Pasquarosa (La Fondazione – Fondazione Nicola Del Roscio, Roma); MANIFesta – Iniziative di II (MACRO Museo d’Arte Contemporanea, Roma); Spazi Festival (Fabbrica del Vapore, Milano); Tech Gleba (Una Vetrina, Roma).

La mostra

Andrea Martinucci, Turbomondi (Melodia)
19 – 20 ottobre 2021
IIC Tirana, Pallati i Kulturës, Sheshi Skenderbej, Kati II, Tirana 1010, Albania

Contributi