Bogotà

Oli Bonzanigo - Rasna?

05.05.2022 - 15.05.2022
Sezione Under 35

L’opera

Rasna? è il primo capitolo di uno studio empirico sulle antiche tecniche di oreficeria etrusca applicate a forme di arte contemporanea. Si compone di una piccola collezione di tre sculture realizzate in bronzo a cera persa e in oro, ispirate alle forme dell’anatomia interna umana e ad analoghi oggetti realizzati con le tecniche metallurgiche etrusche (in etrusco: Rasna, IX-I secolo a.C.). Molti orafi moderni si sono interrogati su come oggetti di tale sublime ricercatezza possano essere stati pensati e realizzati con le tecnologie e i materiali disponibili a quel tempo. Una domanda quasi ancestrale sull’origine delle cose, di noi stessi, e sulla materia come veicolo culturale e atemporale. Comprendere il sistema in cui coesistiamo e operiamo è tanto importante quanto gli organi che conteniamo e che ci rendono organismi operativi. In particolare, il fegato è un organo atto alla trasformazione energetica ed è per questo che gli antichi ne osservavano le forme al fine di comprendere segnali divini. Nel corpo umano il fegato è considerato un centro sia di depurazione che di trasformazione delle emozioni: da un livello viscerale, istintuale, di pura sopravvivenza, a un altro in cui diventa coscienza, motore e pensiero.

Serie di 3 culture in bronzo rifinite in oro; cm 19x14x6 circa cad. 2021
Collezione: Madre – Museo d’arte contemporanea Donnaregina, Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee, Napoli

L’autore

Oli Bonzanigo (1989) esplora un’ampia pluralità di linguaggi tra cui pittura, installazione, scrittura, acustica e scultura, focalizzandosi sull’origine e i movimenti delle materie prime, e su come queste possano funzionare come dispositivi per attivare dinamiche antropologiche ed etnografiche. Imposta la sua indagine sul nomadismo a lungo termine, liberando l’antichità da un posizionamento esclusivo nel passato e portando a coesistere insieme nella dimensione del presente una varietà di epoche diverse, compresi futuri fittizi, in un libero dialogo semi-scientifico. Dopo la laurea in Belle Arti alla Byam Shaw School of Art di Londra, dal 2012 al 2021 ha collaborato con la Fonderia Artistica Battaglia a Milano seguendo i progetti culturali e di produzione internazionale. Come artista ha partecipato a diversi programmi di residenza in Italia, Svizzera e Marocco, oltre che a varie mostre personali e collettive in Europa ed in Africa, tra cui la 5a e 6a Biennale di Marrakesh (2014 e 2016). Ha creato progetti site-specific per le edizioni 7, 8 e 9 di Video Sound Art Festival (2017-2019), e per Manifesta 12 a Palermo (2018). Fa parte di collettivi di ricerca tra arte, antropologia, ambiente e politica, con sede in Europa e Nord Africa. Vive tra l’Italia e il Portogallo.

La mostra

Oli Bonzanigo, Rasna?
5 – 15 maggio 2022
IIC Bogotà, Cl. 35 #15-32, Bogotá, Colombia